wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Dijon-Klone

Nel 1974, durante un viaggio di studio in Francia, l'enologo statunitense David Adelsheim, dello stato americano dell'Oregon, ebbe la sorprendente esperienza che i vitigni locali di Pinot Nero e Chardonnay producevano apparentemente risultati (vini) molto diversi o migliori di quelli statunitensi e che erano anche molto meno suscettibili alle malattie. Tre anni dopo, questi esemplari sono stati esportati in Oregon e sono iniziate le sperimentazioni su scala più ampia dei vitigni noti come "cloni di Digione". Il processo è stato lungo, ma oggi quasi 1.000 ettari di vigneti in Oregon sono piantati con viti di Chardonnay di Digione. Seguirono l'Australia, dove furono chiamati "Bernard Clones" dal nome dello scienziato, e la California. Questo fu l'inizio del corteo trionfale. Nel frattempo, i vitigni di Digione sono utilizzati in tutto il mondo.

Cosa dicono di noi i nostri membri

Sigi Hiss

C'è un gran numero di fonti sul web dove si possono acquisire conoscenze sul vino. Ma nessuno ha la portata, l'attualità e la precisione delle informazioni dell'enciclopedia su wein.plus. Lo uso regolarmente e ci faccio affidamento.

Sigi Hiss
freier Autor und Weinberater (Fine, Vinum u.a.), Bad Krozingen

Il Lexicon del vino più grande del mondo

26,427 Parole chiave · 47,031 Sinomini · 5,321 Traduzioni · 31,760 Pronunce · 207,746 Riferimenti incrociati
fatto con il dal nostro autore Norbert F. J. Tischelmayer. Sul Lexicon

Eventi nelle tue vicinanze

PREMIUM PARTNER