wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Gallicola

Nome latino (tedesco: Blattgallenlaus, Blattreblaus) per la fillossera che si verifica in superficie sulle foglie della vite; vedi lì.

Il più pericoloso dei parassiti della vite (Daktulosphaira vitifoliae, Viteus vitifoliae) è un insetto dell'ordine Phylloxera (Homoptera), sottordine Aphidina (Aphidina) e famiglia Phylloxeridae (Phylloxeridae). La fillossera attacca solo la vite, succhiando le foglie e/o le radici e rilasciando la sua saliva nei dotti della linfa, provocando delle galle (escrescenze) che servono poi per l'ovodeposizione e il nutrimento.

Reblaus - Entwicklungszyklus - Humboldt-Universität Berlin um 1880

L'immagine mostra il ciclo di sviluppo della fillossera, tratto dall'Università Humboldt di Berlino (Germania) intorno al 1880.

Phylloxera vastatrix (pidocchio devastatore)

Si sospettano specie diverse a causa del diverso comportamento nei confronti della vite. Il biologo tedesco Carl Börner (1880-1953) ha distinto tra una fillossera a corpo lungo, meno pericolosa, e una fillossera a corpo corto, più dannosa. Dopo l'infestazione iniziale, di solito ci vogliono al massimo tre anni prima che le viti muoiano e siano completamente distrutte a causa di effetti successivi come la carenza di nutrienti e il marciume radicale. Lo scienziato francese Jules Émile Planchon (1823-1888) diede alla fillossera il nome appropriato di "Phylloxera vastatrix" (pidocchio devastatore) quando fu identificata in Francia nel 1868.

Cicli vitali diversi

Il ciclo vitale è diverso in Europa(Vitis vinifera) e in America(Vitis cinerea, Vitis riparia, Vitis labrusca, ecc.), in relazione alle rispettive specie di vite e alla loro resistenza alla fillossera. Questo avviene o sotto forma di ciclo completo (ciclo) tra vite (fuori terra) e radice (sottoterra) o solo sulle foglie (solo fuori terra) o solo sulle radici (solo sottoterra) e quindi con un ciclo abbreviato. Esistono generazioni partenogenetiche (generazione giovane da cellule uovo non fecondate) e sessuali.

Si distingue tra l'afide fogliare giallo-verde lungo 1,5 mm (Gallicola = afide galligeno fogliare, Daktulosphaira vitifoliae) e l'afide radicale giallo-marrone lungo 1,35 mm (Radicicola = afide radicale, Eriosoma lanigerum) in base al sito di infestazione. Quest'ultimo è molto più pericoloso perché danneggia il tessuto vascolare, con conseguente mancanza di acqua e di sostanze nutritive. L'infestazione delle foglie, invece, di solito non è pericolosa per la vita. Tra le specie di vite ce ne sono alcune che formano sia le galle delle foglie che quelle delle radici, le galle delle radici ma non quelle delle foglie e le galle delle foglie ma non quelle delle radici. Il gruppo di specie di vite completamente resistenti non forma né galle fogliari né radicali.

In Europa la propagazione avviene di solito solo attraverso gli afidi delle radici, mentre il ciclo completo avviene solo in America. La prole con nuovo materiale genetico viene prodotta solo nel ciclo fuori terra, poiché qui esistono solo maschi e femmine. I pidocchi delle radici hanno solo femmine, che si riproducono partenogeneticamente e depongono 600 uova. Le giovani schiuse non infestano immediatamente le radici, ma svernano in profondità nel terreno.

Fillossera delle radici (Radicicola)

In Europa centrale, di solito ci sono da quattro a sei generazioni di afidi della vite all'anno. I giovani afidi dell'ultima generazione (hiemales) costituiscono la forma svernante. Le ninfe neonate alla fine dell'estate sono solitamente dotate di ali. Alcune di esse, soprattutto le femmine, sviluppano forme alate per disperdersi sulle piante ospiti e stabilire nuove colonie. Tuttavia, la maggior parte degli afidi maschi rimane senza ali.

Le femmine alate (sexuparae) depongono le uova sulla corteccia della vite. Queste uova si schiudono in sessuali con apparato boccale regredito (proboscide) e intestino non funzionante, poiché non possono e non hanno bisogno di cibo. Entrambi vivono solo per circa 8-10 giorni. I maschi (Aptera) cercano solo le femmine e si accoppiano. Le femmine (ovipara) depongono quindi uova da cui si schiudono nuovi afidi (ninfe). Con queste ultime, ricomincia un nuovo ciclo di vita (vedi sopra).

Reblaus - verschiedene Stadien und weibliche Laus

L'immagine a sinistra mostra i diversi stadi di sviluppo e quella a destra una femmina alata di fillossera.

Danni alle radici

In primavera, le radici della vite vengono perforate con la lunga proboscide (lunga la metà del corpo) e la saliva viene iniettata nel tessuto. Come reazione di difesa della vite, si formano nodosità (sulle radici giovani) o tuberosità (sulle radici più vecchie ). Gli afidi delle radici si nutrono di queste formazioni molli succhiandole. Il parassita può sopravvivere solo formando galle, poiché le radici dure non possono essere rosicchiate direttamente. L'immagine a sinistra mostra alcuni afidi delle radici, quella a destra un uovo che depone sulle radici.

Reblaus - Wurzelläuse und Eiablage

Afide fogliare (Gallicola)

Le femmine accoppiate depongono un singolo uovo invernale verde oliva fecondato in una fessura della corteccia. In primavera, da queste uova si schiudono gli afidi gallicoli di maggio, che si sviluppano solo sulle foglie della vite americana gallicolaGallicola (la Vitis vinifera è resistente sulle foglie). Queste cocciniglie depongono fino a 1.200 uova. Dopo circa otto-dieci giorni, dalle uova si schiudono due diversi tipi di larve. La prima specie forma nuove galle fogliari, soprattutto sulle foglie più giovani, e si riproduce partenogeneticamente con sei-otto generazioni all'anno. L'altra specie migra verso le radici della vite nel terreno e lì completa o ricomincia il ciclo di sviluppo sotterraneo. Una fillossera svernata con 1.000 uova può produrre circa 25.000 miliardi di figli entro l'autunno. L'immagine a sinistra mostra le galle fogliari e quella a destra le uova deposte dalla fillossera in queste galle fogliari.

Reblasu - Blattghallen und Eiablage

L'intero ciclo vitale

I due diagrammi mostrano il complesso ciclo o ciclo vitale. Nel ciclo di vita superiore vengono attaccate le foglie, in quello inferiore le radici della vite.

Rebalsu - Lebenszyklus oben Blatt

Il ciclo fuori terra con infestazione delle foglie non è generalmente pericoloso per la vita.

Rebalsu - Lebenszyklus unten Wurzel

Il ciclo sotterraneo con infestazione delle radici porta di solito alla distruzione delle specie non resistenti.

Nodosità e tuberosità

Gli effetti dell'infestazione da fillossera variano a seconda dell'età delle radici. Nel caso di infestazioni minori, le punte delle radici giovani, ancora non lignificate e morbide, vengono perforate per prime, dando luogo alla (Wurzelgallen) gebildet. Das gilt für die formazione di nodosità(galle radicali). Questo vale per la vite europea e per la maggior parte dellespecie di vite americane.Tuttavia, le nodosità sono relativamente innocue e non portano alla distruzione della vite. In caso di infestazioni più estese, tuttavia, anche le radici più vecchie e legnose vengono punte e di conseguenza si formano le ben più pericolose tuberosità, che possono penetrare molto più in profondità nel sistema vascolare delle radici (1). Alcune specie americane sono immuni a entrambe le galle.

Reblaus - Tuberositäten, Reblaus weiblich und männlich, Nodositäten

Resistenza di alcune specie

Le radici di alcune specie americane sono resistenti alla fillossera perché si sono adattate nel corso di milioni di anni. La resistenza di deriva da tre circostanze. Le viti reagiscono passivamente quando vengono attaccate alle radici, formando poche o nessuna galle (2) e privando così i parassiti della base per la riproduzione. I raggi midollari delle radici sono disposti molto più strettamente rispetto alla Vitis vinifera europea, in modo che le galle possano penetrare solo superficialmente. Infine, si forma un tessuto protettivo di sughero nel punto di spillatura (3). Questo impedisce la penetrazione di umidità, batteri e funghi , che nelle viti non resistenti porta al marciume radicale und damit kompletten Vernichtung führt.

Sehr wohl können aber auch die e quindi alla...

Cosa dicono di noi i nostri membri

Sigi Hiss

C'è un gran numero di fonti sul web dove si possono acquisire conoscenze sul vino. Ma nessuno ha la portata, l'attualità e la precisione delle informazioni dell'enciclopedia su wein.plus. Lo uso regolarmente e ci faccio affidamento.

Sigi Hiss
freier Autor und Weinberater (Fine, Vinum u.a.), Bad Krozingen

Il Lexicon del vino più grande del mondo

26,428 Parole chiave · 47,025 Sinomini · 5,321 Traduzioni · 31,761 Pronunce · 208,068 Riferimenti incrociati
fatto con il dal nostro autore Norbert F. J. Tischelmayer. Sul Lexicon

Eventi nelle tue vicinanze

PREMIUM PARTNER