wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Lexicon
Il Lexicon del vino più grande del mondo con 25,897 voci dettagliate.

Quatrième Grand Cru Classé

Quarta tappa (anche Quatrième Cru Classé) all'interno della classificazione bordolese per i vini rossi del Médoc, che ha avuto luogo nel 1855 vedi qui.

La zona vinicola fa parte della regione francese di Bordeaux; il nome significa "terra di mezzo". Si trova a nord-ovest della città di Bordeaux sulla penisola triangolare tra l'estuario della Gironda formato dalla confluenza dei fiumi Garonna e Dordogna e l'Oceano Atlantico. La striscia, lunga circa 70 chilometri e larga da 5 a 12 chilometri, è dominata da vigneti e interrotta da pascoli, macchia e polder (pianure alluvionali). La zona è divisa in due denominazioni regionali (Bas-Médoc e Haut-Médoc) e sei denominazioni comunali all'interno dell'Haut-Medoc, con circa 16.000 ettari di vigneti. Il Médoc è probabilmente la denominazione più famosa del Bordelais e anche una delle più importanti e migliori regioni di vino rosso in Francia e nel mondo.

Karte von Bordeaux - Appellationen

Storia

La viticoltura è arrivata in questa zona relativamente tardi. Nel XVII secolo, sotto la guida di specialisti olandesi di dighe e di ingegneria idraulica, le coste furono raddrizzate, le aree di terreno paludoso drenate e i corsi d'acqua regolati. È per questo che la zona è stata chiamata a lungo "La Petite Hollande". Dato che non c'era viticoltura nella zona a quel tempo, gli olandesi compravano i vini dall'"entroterra di Bordeaux", che era conosciuto come Haut-Pays e i vini da lì come "Vin de Haut" o in olandese "Hooglansche Wijn". Più tardi, molti vigneti sono stati piantati o piccole aree sono state acquisite e combinate per formare tenute più grandi, anche dalla famosa famiglia Ségur. Il Médoc ha condizioni particolarmente buone per la viticoltura. Questi sono il clima mite, il terreno di ghiaia molto povero e profondo in molti luoghi, che costringe le viti a spingere le loro radici in profondità nel terreno, e il buon drenaggio dell'acqua nel terreno. Nonostante la vicinanza all'Atlantico, il clima non è umido, poiché le numerose foreste di pini forniscono un'eccellente protezione contro i venti e la pioggia provenienti da ovest.

Denominazioni

Il Médoc è diviso nella zona settentrionale Bas-Médoc (di solito un po' confusamente chiamata Médoc perché non si riferisce all'intera area) con 5.600 ettari e la zona meridionale Haut-Médoc con 4.600 ettari di vigne (le dimensioni si riferiscono alle due denominazioni senza i sei comuni elencati sotto). La frontiera corre a Saint-Seurin-de-Cadourne, a nord del comune di Saint-Estèphe. L'Haut-Médoc comincia dall'angolo meridionale del comune di Blanquefort, che forma il confine settentrionale con la zona delle Graves. Entrambe le zone hanno anche diritto alla propria denominazione. Si distinguono per i tipi di suolo abbastanza diversi. Nell'Haut-Médoc, il terreno ghiaioso significa che i vini possono essere classificati un po' più in alto e hanno più corsa e finezza. I sei famosi comuni di Margaux, Moulis, Listrac-Médoc, Pauillac, Saint-Estèphe e Saint-Julien formano le proprie denominazioni nell'Haut-Médoc.

I vini degli altri comuni portano l'origine "Haut-Médoc", i vini del Bas-Médoc semplicemente "Médoc" o raramente "Bas-Médoc". Sono fatti con i vitigni tipici del taglio bordolese, con il Cabernet Sauvignon che tende a dominare nell'Haut-Médoc e il Merlot nel Bas-Médoc. Il mix di vitigni differisce, tuttavia, principalmente a seconda che ci si trovi sulla rive droite (riva destra) o sulla rive gauche (riva sinistra) della Garonna/Dordogna o della Gironda. I vini bianchi meno importanti sono fatti principalmente con Sauvignon Blanc. Tipici del Médoc sono i numerosi magnifici châteaux, che meritano questa denominazione (come "château") anche da un punto di vista architettonico. Tuttavia, questo non è un segno di qualità, perché ci sono anche cantine con edifici molto semplici dove si producono grandi vini.

Classificazione di Bordeaux

Nel 1855, ebbe luogo la famosa classificazione di Bordeaux (il motivo o il processo è descritto qui). Su un totale di 4.000 châteaux o vini rossi, solo 61 (questo è il numero dal punto di vista odierno, vedi poi sotto) furono considerati degni di essere inclusi. Con la sola eccezione di Château Haut-Brion della regione delle Graves, sono inclusi solo Châteaux del Médoc. La presentazione ufficiale ebbe luogo in pompa magna il 18 aprile 1855. Gli Châteaux furono raggruppati in cinque classi. All'interno di queste cinque classi, i vini sono stati classificati in ordine decrescente in base al loro prezzo medio. Château Lafite-Rothschild era in cima alla lista.

Bordeaux-Klassifizierung 1855 - Faksimile der handschriftlich erstellten Original-Dokumente

L'ordine degli châteaux all'epoca è indicato nella tabella qui sotto. Oggi, la classe è piuttosto raramente inclusa nell'etichetta della bottiglia, ma spesso viene dato solo il testo "Grand Cru Classé en 1855". I Deuxièmes meno conosciuti, tuttavia, indicano molto spesso il loro status per essere rinomati. Anche il...

Cosa dicono di noi i nostri membri

Prof. Dr. Walter Kutscher

In passato, avevi bisogno di una grande quantità di enciclopedie e di letteratura specializzata per tenerti aggiornato nella tua vita professionale di vinofilo. Oggi, l'enciclopedia del vino di wein.plus è uno dei miei migliori aiutanti, e può essere giustamente chiamata la "bibbia della conoscenza del vino".

Prof. Dr. Walter Kutscher
Lehrgangsleiter Sommelierausbildung WIFI-Wien

Il Lexicon del vino più grande del mondo

25,897 Parole chiave · 46,881 Sinomini · 5,330 Traduzioni · 31,234 Pronunce · 179,520 Riferimenti incrociati
fatto con il dal nostro autore Norbert F. J. Tischelmayer. Sul Lexicon

Eventi nelle tue vicinanze