wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Rioja Alavesa

Sottozona della zona DOCa spagnola Rioja; vedi lì.

La regione autonoma di La Rioja, con capoluogo Logroño, si trova nel nord della Spagna e si estende per 5.045 km². Confina con le regioni di Castilla y León e Aragona a ovest, sud e est e con i Paesi Baschi e la Navarra a nord. Il confine settentrionale de La Rioja è approssimativamente identico al corso del fiume Ebro.

Rioja (il vino)

La regione vinicola della Rioja è una delle più importanti d'Europa ed è classificata come DOCa. Sebbene la maggior parte dei 60.000 ettari di vigneti si trovi a La Rioja, una parte di essi si trova anche nei Paesi Baschi (sottozona Alavesa) e in Navarra (parti della sottozona Rioja Oriental). La zona ha una storia vitivinicola molto antica. Si sono conservati numerosi bacini di fermentazione scolpiti nella pietra, che testimoniano la viticoltura già in tempi antichi. Particolarmente tipiche sono le guardaviñas che si trovano nella Rioja Alta ad Ábalos, Briones e San Asensio. Queste costruzioni in pietra a forma di cupola venivano utilizzate come riparo per i viticoltori e il loro bestiame in caso di maltempo e per monitorare i raccolti.

 Rioja (Rioja Alta) - Guardaviña (Schutzhütte) und Weinberg

La zona di origine

Esiste una lunga tradizione di sforzi per ottenere la denominazione d'origine e la qualità pregiata. Già nel 1560 i viticoltori decisero di creare un marchio standardizzato per le loro botti, al fine di garantire l'identità dei vini di questa zona. Nel 1635, il sindaco di Logroño vietò addirittura la circolazione dei carri nelle strade in cui si trovavano le cantine. Questo perché si temeva che le vibrazioni causate dai veicoli potessero rovinare il mosto d'uva e influenzare il processo di maturazione dei vini. Il primo riferimento scritto al controllo di qualità risale al 1650. Nel 1787 fu fondata la "Real Sociedad Económica de Cosecheros de Rioja" (Reale Associazione Economica dei Viticoltori di Rioja) per promuovere la viticoltura, la vinificazione e il commercio del vino. All'inizio del XIX secolo, nella città di Haro nacque l'usanza della festa della Batalla del Vino, che si celebra ancora oggi ogni anno.

Uno dei pionieri della Rioja fu il marchese Camilo Hurtado de Amézaga (1827-1888), che nel 1860 costruì nella sua tenuta una bodega in stile bordolese e da lì fece piantare le viti. Dopo l'invasione della vite a metà del XIX secolo, molti viticoltori francesi emigrarono in questa regione e diedero impulso alla viticoltura. Nel 1902 fu emanato un decreto reale che definiva l'origine dei vini della Rioja e stabiliva le regole di etichettatura. Un consiglio di controllo istituito nel 1926 ebbe il compito di delimitare la regione di Rioja, di controllare il rilascio del "sigillo di garanzia" e di proteggere il nome Rioja. Nel 1953 è stato istituito il Consiglio di Controllo della Denominazione d'Origine Rioja, che verifica se il vino soddisfa le rigide norme sulla base di campioni organolettici e test analitici.

Nel 1991, un decreto ministeriale ha conferito alla regione di origine Rioja l'attributo "calificada" (qualificata), elevandola al primo livello qualitativo spagnolo DOCa. Il nome deriva dal fiume Oja (Rio Oja). La zona, lunga oltre 100 chilometri, si estende su entrambe le sponde dell'Ebro e sulle pendici delle colline vicine. Il clima è mite, con estati brevi e splendidi autunni. Il forma di allevamento tradizionale è il sistema a cespuglio En Vaso (Gobelet), ma la coltivazione a graticcio sta diventando sempre più popolare. La vasta area della Rioja è suddivisa in tre sottozone, che si differenziano anche per le condizioni del suolo e la qualità del vino; la Rioja Alta è considerata la zona di migliore qualità:

Rioja Alta

Questa zona, con Haro come centro vinicolo, si trova a sud del fiume Ebro e a ovest del capoluogo Logroño, interamente nella provincia di La Rioja. Il clima è caratterizzato da estati calde, autunni miti e inverni freschi sotto l'influenza dell'Oceano Atlantico. I vigneti si trovano su terreni sedimentari misti ad argilla calcarea e ferruginosa. La varietà dominante è il Tempranillo, seguito da Mazuelo e Graciano, tutti con bucce un po' più...

Cosa dicono di noi i nostri membri

Hans-Georg Schwarz

Come presidente onorario della Domäne Wachau, è il modo più facile e veloce per me di accedere all'enciclopedia wein.plus quando ho delle domande. La certezza di ricevere informazioni fondate e aggiornate lo rende una guida indispensabile.

Hans-Georg Schwarz
Ehrenobmann der Domäne Wachau (Wachau)

Il Lexicon del vino più grande del mondo

26,381 Parole chiave · 46,990 Sinomini · 5,323 Traduzioni · 31,715 Pronunce · 202,513 Riferimenti incrociati
fatto con il dal nostro autore Norbert F. J. Tischelmayer. Sul Lexicon

Eventi nelle tue vicinanze

PREMIUM PARTNER