wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Tappi di vetro

I tappi in vetro erano già utilizzati nel XVII secolo per chiudere le bottiglie di vino. Dovevano essere tagliati appositamente per determinate bottiglie e legati alla bottiglia. Sono stati utilizzati fino al XIX secolo, ma erano troppo costosi per un uso diffuso. Sono ancora oggi utilizzati per le caraffe (soprattutto per i distillati) o per i decanter. L'ingegnere tedesco Rudolf Gantenbrink (che ha fatto scalpore per un piccolo robot nella piramide di Cheope) ha sviluppato un "tappo di vetro" che è saldamente saldato alla bottiglia di vino. Viene aperto a un punto di rottura predeterminato. A partire dal 2002 sono stati effettuati test di prova a Château Ausone (St. Émilion). Nel frattempo, però, il progetto è stato interrotto perché nel punto di rottura si sono formate delle crepe, che hanno causato la perdita della chiusura. In seguito, tuttavia, sono stati realizzati prodotti di grande successo da altre aziende. Uno dei più noti tappi in vetro è il marchio Vinolok (USA Vino-Seal). Vedi anche altre chiusure alternative alla voce chiusure.

Cosa dicono di noi i nostri membri

Dominik Trick

L'enciclopedia wein.plus è un'opera di riferimento completa e ben studiata. Disponibile sempre e ovunque, è diventato una parte indispensabile dell'insegnamento, usato sia da me che dagli studenti. Altamente raccomandato!

Dominik Trick
Technischer Lehrer, staatl. geprüfter Sommelier, Hotelfachschule Heidelberg

Il Lexicon del vino più grande del mondo

26,428 Parole chiave · 47,032 Sinomini · 5,321 Traduzioni · 31,761 Pronunce · 207,836 Riferimenti incrociati
fatto con il dal nostro autore Norbert F. J. Tischelmayer. Sul Lexicon

Eventi nelle tue vicinanze

PREMIUM PARTNER