wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Yunnan-Guizhou

Zona vinicola nel sud-ovest della Cina; vedi lì.

La Repubblica Popolare Cinese (cinese 中华人民共和国, pinyin Zhōnghuá Rénmín Gònghéguó), situata in Asia orientale, con capitale Pechino, si estende per 9.596.961 km² ed è il terzo Paese più grande del mondo. Confina con 14 Paesi vicini: Vietnam, Laos, Myanmar, Bhutan e Nepal a sud, India, Pakistan e Afghanistan a ovest, Tagikistan, Kirghizistan, Kazakistan, Russia e Mongolia a nord e Corea del Nord a est. A est e a sud-est, si affaccia sul Mar Giallo, sul Mar Cinese Orientale e sul Mar Cinese Meridionale. Il territorio si estende per circa 5.500 chilometri da nord a sud e per circa 5.200 chilometri da est a ovest.

China - Landkarte, Flagge und Wappen

La storia

Il contenuto di 200 vasi di argilla rinvenuti nei pressi di Rizhao (Shandong) e risalenti al 2.600 a.C. indica che l'uva veniva coltivata in Cina già 4.600 anni fa. In essi sono stati trovati residui di vino d'uva. L'esploratore Zhang Qian (195-114 a.C.) tornò dai suoi viaggi in Occidente nel 138 a.C. durante la dinastia Han e portò con sé la conoscenza della viticoltura. I primi documenti scritti risalgono alla dinastia Tang (618-907), quando l'imperatore Li Shimin vulgo Taizong (599-649) notò la particolare qualità delle uve del bacino di Turpan, motivo per cui fece estendere il suo territorio alla regione nord-occidentale dello Xinjiang. Già a metà del VII secolo furono introdotte dalla Russia le varietà vinifere chiamate Serpente, Capezzolo di Mare e Perla di Drago. Marco Polo (1254-1324) riferisce di vigneti e di ottimo vino nella regione nord-orientale di Taiyuan. Nel XIV secolo, tuttavia, molti vigneti furono eliminati per ordine imperiale a favore della coltivazione del grano.

Il vino non divenne mai una parte importante della vita in Cina come in altri popoli civilizzati. Oltre al clima, caratterizzato da inverni freddi ed estati estremamente calde su un'ampia area, ciò è dovuto anche alle abitudini alimentari e alle vaste superfici coltivate a riso e cereali. Nella cucina cinese, i piatti piccanti sono particolarmente apprezzati e l'acquavite di riso li accompagna molto meglio del vino. Tuttavia, ridurre i piatti al piccante non rende giustizia alla Cina. Ci sono grandi aree che non hanno una cucina piccante. In particolare, si tratta di Guangdong, Shandong, Xinjiang, Shanghai, Pechino e il nord-est della Cina. Anche il vino d'uva (alcol d'uva), come viene chiamato in Cina, ha avuto per molto tempo un ruolo subordinato rispetto al vino di riso (mijiu) quando si trattava di bevande a basso contenuto alcolico. Per oltre mille anni, il vino è rimasto una rarità esclusiva di una minoranza benestante; solo ora la situazione sta rapidamente cambiando.

Inizio della storia moderna della viticoltura

La storia moderna del vino cinese inizia nel 1892, quando l'uomo d'affari Cheong Fatt Tze, noto come Chang Bishi (1840-1916), acquistò un terreno a Yantai (Shandong), introdusse 150 varietà con circa 500.000 viti provenienti dall'Europa e dagli Stati Uniti e fondò la cantina Chang Yu. Il console austro-ungarico Baron Max von Babo (1862-1933) fu assunto come consulente e maestro di cantina. Egli importò dall'Austria botti, presse e 400.000 piantine di Welschriesling e portò la cantina alla notorietà internazionale. Nacque così la multinazionale del vino Yantai Changyu Pioneer Wine Company. All'inizio del XX secolo furono fondate altre grandi aziende vinicole, come Shang-Yi (oggi Beijing Friendship Winery) nello Shandong da missionari francesi nel 1910, Melco a Quingdao da missionari tedeschi nel 1914 e Tung-Hua a Jilin da missionari giapponesi. Contemporaneamente, nello Yunnan la viticoltura veniva praticata localmente dai...

Cosa dicono di noi i nostri membri

Egon Mark

Per me, Lexicon da wein.plus è la più completa e migliore fonte di informazioni sul vino attualmente disponibile.

Egon Mark
Diplom-Sommelier, Weinakademiker und Weinberater, Volders (Österreich)

Il Lexicon del vino più grande del mondo

26,440 Parole chiave · 47,022 Sinomini · 5,321 Traduzioni · 31,773 Pronunce · 209,602 Riferimenti incrociati
fatto con il dal nostro autore Norbert F. J. Tischelmayer. Sul Lexicon

Eventi nelle tue vicinanze

PREMIUM PARTNER