wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Aceto balsamico

Questa specialità delle province italiane di Modena e Reggio, nella regione Emilia-Romagna, è nota anche come aceto balsamico, anche se in realtà non è un aceto convenzionale e il processo di produzione è completamente diverso da secoli. La leggenda narra che il più potente nobile italiano dell'epoca, il duca Bonifacio di Canossa (985-1052), abbia regalato all'imperatore tedesco Enrico IV (1050-1106) un'ampolla durante la sua proverbiale passeggiata a Canossa (30 km a ovest di Modena). Questo non può essere vero, tuttavia, perché il pellegrinaggio a Canossa non ebbe luogo fino al 1077, quando Bonifacio era già scomparso da tempo. È possibile, tuttavia, che Enrico IV abbia conosciuto l'aceto balsamico attraverso Matilde (1046-1115), figlia di Bonifacio e suo successore come sovrano. In ogni caso, è documentato che Lucrezia Borgia (1480-1519) assumeva ogni giorno un cucchiaio di aceto balsamico come ristoro per il corpo e per l'anima. I principi d'Este introdussero per la prima volta la classificazione di "Aceto Balsamico" a metà del XVI secolo.

Cosa dicono di noi i nostri membri

Sigi Hiss

C'è un gran numero di fonti sul web dove si possono acquisire conoscenze sul vino. Ma nessuno ha la portata, l'attualità e la precisione delle informazioni dell'enciclopedia su wein.plus. Lo uso regolarmente e ci faccio affidamento.

Sigi Hiss
freier Autor und Weinberater (Fine, Vinum u.a.), Bad Krozingen

Il Lexicon del vino più grande del mondo

26,408 Parole chiave · 47,043 Sinomini · 5,323 Traduzioni · 31,742 Pronunce · 205,460 Riferimenti incrociati
fatto con il dal nostro autore Norbert F. J. Tischelmayer. Sul Lexicon

Eventi nelle tue vicinanze

PREMIUM PARTNER