wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Divieto di consumo di alcol

Nell'Islam, bere alcolici è un reato capitale insieme all'adulterio, alla fornicazione, alla calunnia, al furto aggravato e all'omicidio, e questo può valere anche per l'assunzione di farmaci disciolti in sostanze alcoliche. Tra i 20 maggiori peccati dell'Islam, il consumo di alcolici è al tredicesimo posto. Il divieto per i musulmani devoti è indissolubilmente legato a Maometto (570-632), il fondatore dell'Islam. Il vino o le bevande alcoliche furono così banditi per sempre da quasi tutti i Paesi che adottarono la nuova religione. Bere vino (shurb al-chamr) è una delle punizioni hadd del diritto penale islamico. Si tratta di punizioni imposte per proteggere la proprietà, la sicurezza pubblica e la morale pubblica e sono considerate "pretese legali di Dio". A seconda della scuola di legge, il consumo di alcol può essere punito con 40-80 frustate o, come in Iran, anche con la morte in caso di recidiva.

Cosa dicono di noi i nostri membri

Dr. Christa Hanten

Per i miei molti anni di lavoro come redattore con un focus enologico, mi piace sempre informarmi nell'enciclopedia del vino quando ho domande speciali. Leggere spontaneamente e seguire i link porta spesso a scoperte emozionanti nel vasto mondo del vino.

Dr. Christa Hanten
Fachjournalistin, Lektorin und Verkosterin, Wien

Il Lexicon del vino più grande del mondo

26,410 Parole chiave · 47,047 Sinomini · 5,323 Traduzioni · 31,744 Pronunce · 205,662 Riferimenti incrociati
fatto con il dal nostro autore Norbert F. J. Tischelmayer. Sul Lexicon

Eventi nelle tue vicinanze

PREMIUM PARTNER