wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Fermentazione spontanea causata da lieviti naturali (anche lieviti naturali, lieviti ambientali, lieviti selvatici, lieviti d'uva, lieviti di vigna e di cantina). Questa era una pratica comune fino al tardo Medioevo. L'ecclesiastico Johann Rasch (1540-1612) ne scrisse nella sua famosa opera "Weinbuch: Von Baw, Pfleg und Brauch des Weins" come segue: "Prendete il terreno dove è cresciuto il vino e gettatelo nella botte, e fermenterà". Questo si riferiva a possibili problemi di fermentazione. All'epoca, questo fenomeno veniva giustamente descritto come "fermentazione selvaggia". Fino alla metà del XIX secolo, tuttavia, i lieviti erano completamente sconosciuti come causa e furono identificati solo dal chimico francese Louis Pasteur (1822-1895) attraverso le analisi del processo di fermentazione. Fino agli anni '70, i vini erano generalmente il prodotto di questa fermentazione spontanea. I lieviti naturali si trovano in grandi quantità nell'aria e anche nel terreno del vigneto e sono diffusi da insetti come le mosche dell'aceto (mosche della frutta). Questi entrano poi in cantina con l'uva. Non provengono solo dal vigneto, ma anche dalla cantina dell'azienda. La quantità è sufficiente per innescare la fermentazione spontanea.

Cosa dicono di noi i nostri membri

Markus J. Eser

L'uso dell'enciclopedia non solo fa risparmiare tempo, ma è anche estremamente comodo. Inoltre, le informazioni sono sempre aggiornate.

Markus J. Eser
Weinakademiker und Herausgeber „Der Weinkalender“

Il Lexicon del vino più grande del mondo

26,439 Parole chiave · 47,020 Sinomini · 5,321 Traduzioni · 31,772 Pronunce · 209,599 Riferimenti incrociati
fatto con il dal nostro autore Norbert F. J. Tischelmayer. Sul Lexicon

Eventi nelle tue vicinanze

PREMIUM PARTNER