wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Lexicon
Il Lexicon del vino più grande del mondo con 25,807 voci dettagliate.

Sinonimo (anche peronospora della vite) per peronospora; vedi lì.

Nome di due pericolose malattie della vite causate da funghi. Sono stati introdotti in Europa nella seconda metà del XIX secolo con materiale viticolo contaminato proveniente dal Nord America. Entrambi i tipi di funghi sono parassiti biotrofi, il che significa che si nutrono delle cellule viventi dell'ospite infettato. Le due malattie dell'oidio sono spesso confuse, non tanto per i sintomi della malattia, che sono abbastanza ovvi, ma per i nomi confusamente simili. Ci sono funghi dell'oidio specifici per le piante, ad esempio per mele, piselli, cetrioli, rose, spinaci e viti. I funghi sono strettamente ospite-specifici, cioè possono vivere esclusivamente sul loro ospite.

Entrambi sono controllati convenzionalmente con zolfo (oidio) e solfato di rame o brodo bordolese (peronospora). Sempre più spesso, però, si usano anche fungicidi speciali o rinforzanti per le piante. Il controllo spesso deve essere effettuato più volte durante la stagione di crescita. Quando si incrociano nuove varietà, oggi si sottolinea anche la resistenza a entrambi i tipi di funghi. Va notato che alcune specie di coccinelle, che sono tra i più importanti insetti benefici in viticoltura, si nutrono esclusivamente di oidio. Tuttavia, questo non ha alcuna importanza nel controllo dei vigneti.

Oidio (Oidium)

L'oidio è anche conosciuto come "Oidium" o "Oidium tuckeri" dal nome del giardiniere William Tucker, che ha scoperto per primo il fungo in Inghilterra nel 1845. L'agente patogeno della malattia appartiene ai funghi tubolari (Ascomycota), il nome botanico è "Erysiphe necator var. necator" o "Uncinula necator var. necator". Il fungo è stato identificato e descritto in Nord America già nel 1834. È stato probabilmente introdotto in Europa attraverso l'Inghilterra già all'inizio degli anni 1840 e successivamente si è diffuso rapidamente in tutto il continente. Questo, insieme alla fillossera, che ebbe origine anche in Nord America pochi anni dopo, portò ad una vera catastrofe nella viticoltura europea. Gran parte dei vigneti sono stati distrutti in molti paesi. Nel 1854, solo un decimo della quantità normale poteva essere raccolto in Francia a causa dei danni causati dall'oidio. Più tardi, furono aggiunte altre due...

Il Lexicon del vino più grande del mondo

25,807 Parole chiave · 46,998 Sinomini · 5,321 Traduzioni · 31,135 Pronunce · 175,353 Riferimenti incrociati
fatto con il dal nostro autore Norbert F. J. Tischelmayer. Sul Lexicon

Eventi nelle tue vicinanze