wein.plus
ATTENZIONE
Stai usando un browser vecchio e alcune aree non funzionano come previsto. Per favore, aggiorna il tuo browser.

Login Iscriviti come membro

Mongrello

Termine che indica gli incroci tra diverse specie di vite; vedi sotto ibridi.

Significa "di due origini diverse" o "nato da una mescolanza" o colloquialmente (a volte anche in senso peggiorativo) anche bastardo, bastarda o miscuglio. Nell'uso linguistico scientifico, si intende un essere vivente (pianta, animale) che è nato dall'incrocio di genitori di linee riproduttive diverse (genere = genus o specie = species). Gli incroci spontanei che avvengono in natura senza l'intervento dell'uomo sono chiamati ibridi naturali, soprattutto nel caso delle piante. In viticoltura, gli ibridi sono solo il risultato di incroci tra specie o generi diversi. A rigore, tuttavia, gli incroci della stessa specie sono già ibridi (intraspecifici = all'interno della specie). Di norma, tuttavia, solo gli incroci interspecifici o intergenerici sono intesi come ibridi.

Nelle piante questo fenomeno non è così spettacolare come negli animali e non è immediatamente riconoscibile nemmeno dagli esperti. Gli esempi più noti sono i muli (cavalla asinina x stallone equino), i muli (cavalla x stallone asinino) e i ligri (leone maschio x tigre femmina).

Hybriden Tiere - Liger (Löwe x Tiger) / Zesel (Zebra x Esel)

Ibridi americani

Gli ibridi in senso viticolo sono incroci tra due specie diverse. Quando vengono incrociati per la prima volta, vengono chiamati ibridi primari. Di norma, tuttavia, gli ibridi con geni americani (ad esempio Vitis cinerea, Vitis labrusca, Vitis riparia ecc.) con le caratteristiche desiderate vengono incrociati con una cultivar europea (Vitis vinifera). Il risultato è costituito da ibridi secondari. La maggior parte delle varietà, alcune delle quali resistenti alla fillossera e ai funghi, sono state create verso la fine del XIX e l'inizio del XX secolo. Molte di esse presentano l'invadente festone, che le squalifica per la vinificazione, almeno in Europa. Queste varietà create negli Stati Uniti sono chiamate ibridi americani, sebbene contengano anche geni europei. Si tratta di Agawam, Albania, Alden, America, Blanc Du Bois, Campbell Early, Cayuga White, Clinton, Concord, Elvira, Delaware, Dutchess, Herbemont, Hopkins, Horizon, Iona, Isabella, Jacquez, Melody, Missouri Riesling, Munson, Niagara White, Norton, Noah, Orlando Seedless, Othello, Rubired, Taylor, Traminette e Vênus.

amerikanische Hybriden - Alden, Blanc du Bois, Clinton, Concord, Noah

Ibridi francesi

Gli incroci, in parte complessi, prodotti tra la fine del XIX e l'inizio del XX secolo sono chiamati ibridi francesi, perché soprattutto in Francia, ma anche in altri Paesi, si è cercato di alleviare il problema del declino della vite causato dalla fillossera con la selezione di varietà ibride resistenti alla fillossera per la viticoltura. Naturalmente, nel processo dovevano essere utilizzate anche specie americane. Un aiuto prezioso fu fornito dal botanico statunitense Thomas Volney Munson (1843-1913) per quanto riguarda i portainnesti e dall'allevatore Hermann Jaeger (1844-1895), immigrato nel Missouri dalla Svizzera, per quanto riguarda gli ibridi americani, che furono poi utilizzati per l'incrocio con le varietà europee.

Esistono incroci inequivocabili di varietà ibride con viti europee della specie Vitis vinifera o con altre varietà ibride (ibridi secondari o multiibridi). Ne sono un esempio Aurore, Baco Blanc, Baco Noir, Bellandais, Cascade, Chambourcin, Chancellor, Chardonel, Chelois, Colobel, Couderc Noir, De Chaunac, Etoile I, Etoile II, Flot Rouge, Frontenac,...

Cosa dicono di noi i nostri membri

Dr. Christa Hanten

Per i miei molti anni di lavoro come redattore con un focus enologico, mi piace sempre informarmi nell'enciclopedia del vino quando ho domande speciali. Leggere spontaneamente e seguire i link porta spesso a scoperte emozionanti nel vasto mondo del vino.

Dr. Christa Hanten
Fachjournalistin, Lektorin und Verkosterin, Wien

Il Lexicon del vino più grande del mondo

26,382 Parole chiave · 46,989 Sinomini · 5,323 Traduzioni · 31,716 Pronunce · 202,680 Riferimenti incrociati
fatto con il dal nostro autore Norbert F. J. Tischelmayer. Sul Lexicon

Eventi nelle tue vicinanze

PREMIUM PARTNER